Global Contact: +36 70 335 8480
hu fr es sl sk pl cs de it ru ro en hr

CLP – Il periodo di transizione pertinente delle miscele giunge alla fine

 

Il 1 giugno 2017 scadrà il periodo di tolleranza per le miscele sul mercato.  

L'etichettatura e l'imballaggio delle miscele devono soddisfare le disposizioni pertinenti dell'articolo 62 1272/2008/CE e devono essere accompagnati da una scheda di dati di sicurezza contenente l’adeguata classificazione della miscela. 


Il 1 giugno 2017 scadrà il periodo di tolleranza per le miscele sul mercato.  

L'etichettatura e l'imballaggio delle miscele devono soddisfare le disposizioni pertinenti dell'articolo 62 1272/2008/CE e devono essere accompagnati da una scheda di dati di sicurezza contenente l’adeguata classificazione della miscela.

L'introduzione del Regolamento CLP può essere considerato la fine d’un lungo processo. Ciò significa anche (e significherà - vedi la fine di questo articolo) cambiamenti significativi e compiti per le aziende delle industrie chimiche.  

 

 Revisione delle schede di dati di sicurezza

Compilazione della bozza di un’etichetta


Impatto dei cambiamenti nella legislazione delle schede di dati di sicurezza


Negli ultimi 15 anni abbiamo sperimentato un contesto normativo in dinamico cambiamento nel campo della sicurezza chimica negli Stati membri dell'Unione Europea. Grazie a tali cambiamenti, i requisiti di forma e contenuto delle schede di dati di sicurezza sono stati modificati in maniera significativa sia per le miscele che per le sostanze.

Le schede di dati di sicurezza sono sempre tenute a corrispondere ai regolamenti in vigore al momento che definiscono forma e contenuto. Tutto ciò, per il settore di specializzazione che richiede conoscenze specifiche, non può essere definito un compito semplice.

ToxInfo Kft., uno dei principali fornitori della sicurezza chimica in Europa, dà assistenza ai propri partner a rispettare le norme rilevanti da più di 15 anni e quindi ha avuto la possibilità di sperimentare le recenti modifiche della legislazione nella pratica quotidiana. 

Nel nostro recente articolo consideriamo i cambiamenti importanti del passato e osserviamo il futuro non troppo lontano per dire addio in modo dignitoso ai ben noti simboli di pericolo arancioni.

 

Classificazione DSD/DPD


È da intendere come direttiva 67/548/CEE (DSD) sulle sostanze pericolose e direttiva 1999/45/CE (DPD) sui preparati pericolosi.

La pubblicazione di DSD/DPD ha introdotto il sistema di marcatura utilizzato da tutti gli Stati membri dell'UE, inoltre, diversi stati non UE hanno iniziato a utilizzare queste linee guida nel settore della sicurezza chimica.

Frasi R indicanti rischio, Frasi S indicanti un uso sicuro e simboli di pericolo neri su superficie arancione figurano sulle schede di dati di sicurezza e sulle etichette.

Anche se negli ultimi anni ci sono stati molti cambiamenti nelle suddette leggi, possiamo ancora imbatterci nel sistema di marcatura DPD nel caso delle miscele pericolose nelle schede di dati di sicurezza (ma solo fino al 1 giugno 2017).

 

Effetto del REACH sulle schede di dati di sicurezza


Il Regolamento REACH (Registrazione, valutazione, autorizzazione delle sostanze chimiche), il nuovo regolamento dell'UE in materia di sostanze chimiche, ha portato un cambiamento sostanziale nella sicurezza chimica.

Questo è l'unico regolamento che dichiara i compiti di sicurezza chimica di fabbricanti/importatori, utilizzatori a valle, distributori e autorità. Il regolamento è entrato in vigore il 1 giugno 2007, dopo di che sono stati specificati i requisiti di forma e contenuto delle schede di dati di sicurezza dall’Allegato II del Regolamento REACH.  

A quel tempo l'introduzione del GHS (Sistema globalmente armonizzato) in Europa era già in corso di programmazione.

 

CLP – Comparsa del GHS nell’ordinamento giuridico comunitario


Poi è arrivato il Regolamento 1272/2008/CE (CLP) che può essere considerato l'introduzione della suddetta GHS europea.

CLP ha integrato un sistema di marcatura nella sicurezza chimica totalmente nuovo che ha portato radicali cambiamenti nel campo della classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele, con conseguenti nuovi cambiamenti delle schede di dati di sicurezza che vincolavano la trasmissione totale a rigide scadenze.

Al posto dei vecchi simboli di pericolo il CLP utilizza i pittogrammi – composizioni grafiche a forma di diamante con bordi rossi. A differenza delle normative precedenti, si applicano le classi di rischio che coinvolgono una o più categorie di pericolo e che per di più implicano due avvertenze - “Pericolo” e “Avvertenza” per indicare l’entità del pericolo. Le Frasi R e S precedentemente utilizzate da DPD/DSD saranno sostituite dalle Frasi H e P e saranno usate anche le indicazioni di pericolo EUH che non fanno parte del GHS.

 

Impatto del Regolamento 453/2010/UE


I dati contenuti nel regolamento CLP sono entrati in vigore col Regolamento 453/2010/UE, che modifica l'Allegato II del Regolamento REACH, creando un altro cambiamento su vasta scala per quanto riguarda forma e contenuto delle schede di dati di sicurezza.

Dopo il 1 dicembre 2010 le sostanze vennero classificate soltanto secondo il regolamento CLP, per le miscele invece il termine di scadenza era il 1 giugno 2015. In conformità con l’Allegato I del Regolamento 453/2010/UE prima del termine di scadenza del 2015 le miscele erano classificate secondo i regolamenti DPD o avevano una doppia classificazione in cui appariva anche la classificazione CLP. Quindi il periodo compreso tra il 1 dicembre 2010 e il 1 giugno 2015 può essere considerato come periodo di transizione nel regolamento delle miscele (questo periodo può essere esteso fino al 1 giugno 2017 se vengono soddisfatte determinate condizioni).

Dopo che l'allegato II del Regolamento 453/2010/UE è entrato in vigore il 1 giugno 2015 le istruzioni del regolamento CLP sono divenute lo standard, tuttavia, per quanto riguarda le miscele, non si deve dimenticare l'altra scadenza, il 1 giugno 2017.

 

Il nostro presente e il futuro prossimo - Il Regolamento della Commissione (UE) 2015/830


Il regolamento in vigore è il Regolamento 2015/830/CE, introdotto lo scorso anno come emendamento del Regolamento 453/2010/UE.  

Oltre a trasferire l’Appendice I e II del Regolamento 453/2010/UE in una forma standardizzata, questo regolamento ha portato soltanto pochi cambiamenti nella forma e nel contenuto rispetto alle leggi precedenti.

 

TERMINI DI SCADENZA


sino al 1 giugno 2017:


Come per le miscele, c’è stato un periodo di transizione tra il 1 dicembre 2010 e il 1 giugno 2015, dopo il quale le miscele furono classificate, etichettate ed imballate in conformità col regolamento CLP.  Il periodo di transizione dura sino al 1 giugno 2017. La ragione di ciò è che nel caso dei prodotti immessi sul mercato prima del 1 giugno 2015 la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio secondo il DPD sono ancora utilizzabili sino al 1 giugno 2017.

 

Dopo il 1 giugno 2017:


Importante! Dopo il 1 giugno 2017 non ci sarà alcun periodo di tolleranza, così le etichette dei prodotti non possono essere in alcun caso fatte secondo il regolamento DPD, così come le schede di sicurezza non devono contenere alcuna classificazione secondo il regolamento DPD.

Si consiglia di prepararsi ad una transizione totale, valutare lo stock, richiamare i prodotti con etichette DPD o richiedere le etichette modificate dai partner sul posto entro la data limite di cui sopra.

È importante notare che il contenuto dell’etichetta deve essere identico a quello della scheda di dati di sicurezza. Il primo passo del processo di transizione è la conformità della scheda di dati di sicurezza alle leggi in vigore.

 

Il futuro...


Anche se il DPD scompare dopo quasi 17 anni, non significa che le schede di dati di sicurezza cambieranno o che i doveri delle aziende chimiche diminuiranno dopo la scadenza.

Le norme pertinenti sono in continua evoluzione e nonostante gli sforzi di armonizzazione a livello globale, in alcuni Stati membri sono parzialmente rimaste le norme locali in materia di sicurezza chimica.

 

MSDS Europe si impegna a sostenere sempre i propri partner in tutto il processo di transizione.

Per ulteriori informazioni contattare il nostro servizio clienti:

MSDS-Europe assistenza clienti



 

 

Tags:  1 giugno 201731 maggio 2017CLPDPDmiscela


MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
Check out our references!
MSDS Europe References
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
Check out our references!
heck out our references!
Check out our references!
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
MSDS Europe References
Check out our references!
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References
Check out our references!
MSDS Europe References